Home

La donna in quel periodo del mese è come un mobile dell’ikea quando lo porti a casa: a pezzi.
E per di più, senza libretto di istruzioni.
Con gli anni tutto è aumentato: se un tempo il problema maggiore era non poter fare il bagno in piscina per il timore di ritrovarci a nuotare in una grande tazza di tè al lampone, crescendo le cose cambiano. Peggiorano.
La donna in quel periodo del mese non è pazza, è bipolare.

La semplice caduta di un cucchiaino dal tavolo può causare pianti disperati e riflessioni sulla vita.
Quel cucchiaino non è un semplice cucchiaino, sei tu
Dopo averlo raccolto con un atteggiamento di vittimismo, ti accorgi che forse, e dico forse, stai esagerando.
Ti ricomponi sperando che nessuno ti abbia vista o sentita e scoppi a ridere prendendoti anche in giro.
Poi dici una parola di troppo e la presa in giro diventa un insulto.
Ti auto insulti? Come ti permetti?

Così prendi quel dannato cucchiaino, la causa di tutti i mali, e lo butti.
Però… dove lo butti?
Plastica, carta, umido o secco?
La raccolta differenziata non aiuta le donne in quel periodo del mese, già abbastanza confuse per conto loro.
Inutile arrabbiarsi, meglio calmarsi e mangiare qualcosina di dolce, come una grande grossa crostata calda con gelato.
mmmm, ecco il tuo momento di pace, una botta di zuccheri che risveglia il cervello e il buon umore.
Guardi il cucchiaino e capisci che hai fatto bene a non buttarlo, ma che la prossima volta forse è meglio lavarlo.

La donna in quel periodo del mese è come un mobile dell’ikea quando lo porti a casa: a pezzi.
E  tante volte, anche quando li ricomponi tutti, manca sempre una rotella.
Ma, sia che pendiamo un po’ a sinistra, sia che pendiamo un po’ a destra,  anche questo fa parte dell’essere donna. E in fondo ci va bene così.

 

Annunci

5 thoughts on “La donna in rosso

  1. Io non ho ancora capito se sono meteoropatica o bipolare..poi se aggiungo che la maggior parte delle volte mi complico la vita leggendo le perle di Fox che ci azzecca, non dico sempre, ma SEMPRE, credo di essere perennemente una donna in rosso. Ma sono felice ahah

  2. Questi racconti sulla lunaticità mestruale mi fanno sempre ridere. Non vivendoli sulla mia pelle, da sempre mi sento carente di qualcosa. è anche vero che con gli anni vado effettivamente peggiorando, quindi mai dire l’ultima parola famosa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...